La carta dei servizi

La carta dei servizi

Una carta dei servizi per l’adozione internazionale: perché?

L’associazione NOVA (Nuovi Orizzonti per Vivere l’Adozione) ONLUS ha realizzato la Carta dei Servizi per l’Adozione Internazionale in quanto ritiene fondamentale fornire informazioni compiute e trasparenti relativamente ai servizi offerti  a coloro che si rivolgono all’Ente.

NOVA, nel perseguire l’eccellenza nella realizzazione della propria missione, sente il dovere verso i propri interlocutori di operare garantendo determinati livelli di qualità.

Questa Carta dei Servizi vuole essere quindi la manifestazione dell’impegno che NOVA si assume nei confronti degli attuali e futuri destinatari, collocandosi all’interno di un percorso di trasparenza, informazione e garanzia che trova le sue basi anche nel Codice Etico di cui l’Associazione si è dotata.

Il Bilancio Sociale è un ulteriore strumento che vuole sottolineare la coerenza tra il mandato istituzionale e le azioni che responsabilmente vengono realizzate

Una breve presentazione dell’Associazione, della missione e dei valori in cui crede, dei suoi principi, delle attività e dei servizi offerti, dovrebbe fin da subito chiarire al potenziale fruitore del servizio se potrà trovare in questo Ente una risposta professionale e competente alle proprie esigenze.


Allegato 17 – Agg. 20/03/2014

Associazione NOVA - Carta dei Servizi

Indice

Carta dei servizi per l'adozione internazionale

Presentazione dell'Ente

L'Ente

La storia

La missione

Impegno di sussidiarietà

Principi ispiratori dell'adozione internazionale

Interventi culturali

Consiglio Direttivo

I nostri paesi

Organizzazione territoriale

NOVA in Italia

NOVA all'estero


Descrizione della metodologia durante il percorso adottivo

Incontro informativo con gli aspiranti all’adozione: colloquio singolo e di gruppo

Preparazione della coppia

A) formazione alla prima adozione

B) percorsi individuali

C) formazione alla seconda adozione

Individuazione del paese

Conferimento dell’incarico

Acquisizione della documentazione per la formazione del dossier della coppia

Formazione del dossier della coppia per l’invio al paese estero

Deposito del fascicolo all’estero: modalità e tempi

Determinazione del momento in cui occorre procedere revocare la contemporanea disponibilità all’adozione nazionale

Iniziative per la gestione dei tempi dell’attesa

Proposta di adozione e preparazione all’incontro con il bambino

Preparazione alla partenza

Assistenza all’estero e incontro con il bambino

Rientro in italia

Assistenza e report post-adozione


Accordi di collaborazione finalizzati alla realizzazione di adozioni internazionali


Descrizione dei costi

Costi NOVA per accompagnamento adottivo

Scheda costi Italia

Scheda costi estero

Ulteriori spese (sostenute direttamente dalla coppia)

Restituzioni in caso di revoca mandato o ritiro dal procedimento in corso


Modalità di certificazione delle spese adottive ai fini della deducibilità e del rimborso del 50%


Carta dei servizi per l’adozione internazionale: perché?

L’associazione NOVA (Nuovi Orizzonti per Vivere l’Adozione) ONLUS ha realizzato la Carta dei Servizi per l’Adozione Internazionale in quanto ritiene fondamentale fornire informazioni compiute e trasparenti relativamente ai servizi offerti a coloro che si rivolgono all’Ente.

NOVA, nel perseguire l’eccellenza nella realizzazione della propria missione, sente il dovere verso i propri interlocutori di operare garantendo determinati livelli di qualità.

Questa Carta dei Servizi vuole essere quindi la manifestazione dell’impegno che NOVA si assume nei confronti degli attuali e futuri destinatari, collocandosi all’interno di un percorso di trasparenza, informazione e garanzia che trova le sue basi anche nel Codice Etico di cui l’Associazione si è dotata.

Il Bilancio Sociale è un ulteriore strumento che vuole sottolineare la coerenza tra il mandato istituzionale e le azioni che responsabilmente vengono realizzate

Una breve presentazione dell’Associazione, della missione e dei valori in cui crede, dei suoi principi, delle attività e dei servizi offerti, dovrebbe fin da subito chiarire al potenziale fruitore del servizio se potrà trovare in questo Ente una risposta professionale e competente alle proprie esigenze.


Presentazione dell’Ente

L’Ente

L’Ente NOVA (Nuovi Orizzonti per Vivere l’Adozione) è associazione di volontariato, ONLUS, Ente Morale. È iscritta, ai sensi della legge 476 del 31.12.1998, nel registro degli Enti accreditati a svolgere pratiche di adozione internazionale, è iscritta al Registro del Volontariato Regione Piemonte.

In Associazione operano dipendenti, professionisti e volontari.


La storia

NOVA nasce a Torino il 16 maggio 1984 da un gruppo di genitori adottivi che si prefiggono lo scopo di aiutare l’incontro tra i bambini stranieri giuridicamente abbandonati e le famiglie adottive. Da allora è costantemente cresciuta per numero di volontari e per ampiezza delle sue attività, a maggior ragione da quando, con la legge 476 del 31.12.1998, è stato richiesto alle coppie di aspiranti genitori di adottare solo con l’intervento di un ente autorizzato.

NOVA è apartitica e aconfessionale.

Non gode di alcun finanziamento pubblico. In ogni sua attività, nonché nella gestione finanziaria delle risorse, è soggetta al controllo della Commissione per le Adozioni Internazionali, organismo pubblico costituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri (www.commissioneadozioni.it)


La missione

L’articolo 3 dello Statuto NOVA così recita:

“L’Associazione si ispira ai principi della solidarietà umana ed in questo ambito riconosce come priorità la tutela del bambino e la realizzazione dei suoi diritti, necessità ed interessi, nel pieno rispetto della dichiarazione ONU a favore dei diritti a tutela del bambino”.

Partendo dalla “centralità del bambino”, qualunque bambino senza distinzione di razza, etnia, colore, religione, l’obiettivo dell’Associazione è di contribuire a dare una collocazione familiare ad ogni bambino in stato di abbandono e di contribuire alla promozione di una cultura inter-razziale, di accoglienza, di solidarietà.


Impegno di sussidiarietà

Il riferimento ideale di ogni attività di NOVA è costituito dai principi della Convenzione dell’Aja in materia di riconoscimento del diritto del bambino a restare nell’ambito della propria famiglia biologica, ovvero quanto meno nel proprio paese, e solo in ultima analisi a trovare collocazione in una famiglia straniera. L’Associazione opera pertanto in primo luogo per prevenire gli abbandoni dei minori sostenendo attivamente progetti di solidarietà e di cooperazione all’estero. Inoltre, segue un elevato numero di sostegni a distanza a favore di famiglie in difficoltà, finalizzati alla scolarizzazione dei bambini.


Principi ispiratori dell’adozione internazionale

Per il NOVA la sussidiarietà è il principio cardine e ispiratore dell’adozione internazionale. Adozione Internazionale come intervento residuale laddove non risulti possibile che il bambino rimanga all’interno della sua famiglia d’origine o nel proprio paese attraverso l’adozione nazionale.

NOVA storicamente è presente in alcuni Paesi dell’America Latina e da qualche anno la sua particolare attenzione è rivolta ad alcuni Stati africani della fascia geografica sub-sahariana dove il fenomeno dell’abbandono dei bambini richiede risposte urgenti e massicce, sia in quanto vi operano pochissime altre associazioni sia perché l’adozione nazionale e internazionale sono un fenomeno semi-sconosciuto.

Per quanto riguarda l’attività relativa alle adozioni internazionali, suo compito è accompagnare le famiglie nell’intero percorso adottivo in Italia e all’estero.


Interventi culturali

NOVA ritiene di fondamentale importanza un intervento anche a livello culturale di diffusione della cultura dell’adozione.

A tal proposito l’organizzazione di seminari e dibattiti, la pubblicazione di libri, la collana Sherpa, il giornale VitaNova ed il bollettino mensile telematico NovaNews sono tutti strumenti destinati a contribuire al dibattito sui temi dell’adozione e della cooperazione internazionale in materia di tutela dei diritti dei minori.

L’organizzazione ogni anno della Festa Nazionale e di Feste regionali, oltre che esprimere momenti conviviali e di appartenenza associativa, danno l’opportunità di momenti di confronto spesso con i nostri rappresentanti esteri sulla situazione dell’infanzia in alcuni specifici Paesi.

Il sito internet dell’associazione è: www.associazionenova.org


Consiglio Direttivo

Massimo Vaggi - Presidente

Gianfranco Presutti - Vicepresidente

Fabrizio Cella - Responsabile dei progetti

Carmelo Crea - Tesoriere

Claudio Caramini - Consigliere

Gelsomina Comegna - Consigliere

Maria Ludovica Fiammetta Magugliani - Consigliere

Vito Patrono - Responsabile della comunicazione

Anna Pittaro - Consigliere


I nostri paesi

NOVA è autorizzato dalla Commissione per le Adozioni internazionali ad operare nei seguenti Paesi, molti dei quali già operativi da tempo, altri in fase di attivazione, altri attualmente non operativi:

Americhe

Brasile operativo

Colombia operativo

Haiti operativo

Messico in attesa di nuovo accreditamento*

Perù operativo

Africa

Benin operativo

Burkina Faso operativo

Burundi in attesa di accreditamento*

Capo Verde in attesa di accreditamento*

Etiopia operativo

Madagascar non operativo*

Mali sospeso*

Rep. Democratica del Congo operativo

* (Si prevede l’accreditamento di Nova da parte dell’Autorità centrale estera in Burundi e Capo Verde entro fine 2014, mentre i tempi richiesti di permanenza delle coppie in Madagascar, tre mesi, impediscono attualmente l’operatività.

In Mali invece l’entrata in vigore a fine 2012 di un nuovo Codice della Persona e della Famiglia permette in questo momento l’adozione internazionale solo a persone di nazionalità maliana residenti all’estero; attendiamo la revisione del Codice per la ripresa delle procedure).


Organizzazione territoriale

NOVA in Italia

Attualmente, NOVA ha sede nazionale a Grugliasco (Torino) e sedi territoriali a Milano, Maerne di Martellago (Venezia), Bologna, Pistoia, Salerno e Roma.

NOVA è caratterizzata dal fatto che molta della sua attività è svolta da volontari. Per garantire però continuità ai propri servizi operano collaboratori e dipendenti presso le sedi di Grugliasco, Milano, Bologna, Venezia, Pistoia, e Roma. Tutte le sedi si avvalgono dell’attività di professionisti dei settori psico-sociale, medico e giuridico.

Segreteria Nazionale e Redazione VitaNOVA

Parco Culturale Le SERRE Via Tiziano Lanza, 31 - 10095 Grugliasco (TO)

tel. 011/7707540 fax 011/7701116 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario ricevimento: da lunedì a venerdì ore 9.00-13.00 e 14.00-17.30

Le Sedi regionali

Milano

Via G. Ricordi, 21 - 20131 Milano

Tel.e Fax 02/26140688 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario segreteria: lunedì, mercoledì e giovedì ore 9.00-13.00 e 14.00 – 16.30

Venezia

Piazza IV Novembre, 53 - 33030 Maerne di Martellago (VE)

Tel. 041/5461864 – email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario segreteria: martedì ore 9.00 – 14.00 ; mercoledì ore 9.00 – 19.00; venerdì ore 9.00-14.00

Bologna

Via Scipione dal Ferro 16 - 40138 Bologna

Tel 051/340164 - Fax 051/ 7414341 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario segreteria: dal lunedì al giovedì ore 11.00 – 13.00;

Pistoia

Via Bonfanti, 19 - 51100 Pistoia

Tel. 0573/24618 – email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario segreteria: martedì e giovedì ore 9.00-13.00 e 14.00-17.00

Salerno

Via S. Anna, Salita Monastero, 22 - 84014 Nocera Inferiore (SA)

Tel. 324/5823163 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario segreteria: mercoledì ore 17.00 – 19.30; sabato ore 17.30-20.00

Roma

Via Cavour, 325 - 00173 Roma

Tel. 06/4818283 – email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario ricevimento: lunedì, mercoledì e venerdì, ore 9.00 – 13.00

NOVA all’estero

Nova ha costituito sedi all’estero, dotate di personale retribuito per sostenere le coppie nel percorso adottivo e curare l’ideazione ed esecuzione dei progetti di cooperazione, nei seguenti Stati: Etiopia e Repubblica Democratica del Congo.

Negli altri Stati la sede Nova è presso lo studio del proprio Rappresentante che garantisce un alto livello di qualità nell’accompagnamento delle coppie nel percorso adottivo.


Descrizione della metodologia durante il percorso adottivo

Punti cardine della nostra attività sono i seguenti:

  • I servizi dell'Ente sono forniti sulla base dell'uguaglianza di accesso alle coppie soprattutto considerando che è diritto di ogni bambino, in qualsiasi luogo sia nato, senza distinzione di razza, colore, sesso, religione, nazionalità avere una propria famiglia che garantisca sicurezza, protezione, rispetto ed amore.
  • L'associazione rispetta la riservatezza dei dati personali, delle informazioni richieste e nelle proposte presentate.
  • L'Ente effettua orari di apertura che tengono in considerazione le esigenze dell'utenza: propone infatti colloqui informativi in orari serali e corsi di formazione organizzati nei fine settimana.
  • L’accrescimento e l’aggiornamento professionale sono assunti come metodo permanente per assicurare il costante adeguamento delle competenze. La presenza di figure professionali, assistente sociale, psicologa, psico-pedagogista favorisce la creazione di condizioni affinché i bambini , le coppie, le famiglie possano trovare nel nostro ente interlocutori attenti ed efficaci.
  • Nel rapporto scritto e verbale con le coppie/famiglie è ritenuto essenziale un linguaggio che, senza pregiudicare l'esattezza, risulti il più possibile semplice e vicino all'esperienza dei destinatari. La cortesia ed il rispetto nei confronti delle coppie sono considerati fattori essenziali della qualità del servizio e non un'appendice formale.
  • La coppia ha diritto ad una corretta informazione considerata strumento attraverso il quale si realizza la trasparenza delle attività svolte.
  • I dati forniti dalle coppie sono trattati in conformità alle disposizioni della legge sulla privacy e sul trattamento dei dati personali. Alle coppie è data informazione sui diritti che la vigente normativa gli riconosce in materia di tutela della riservatezza.
  • Le coppie/famiglie oltre che nei modi e forme previste dal vigente ordinamento, possono tutelare i propri diritti per quanto concerne i rapporti con gli Enti Autorizzati attraverso il reclamo. Le manifestazioni di insoddisfazione sono ritenute un momento particolarmente importante nei rapporti con l'utenza. Il reclamo consente, infatti, d'individuare i possibili errori ed indica le azioni correttive da intraprendere. I reclami possono essere presentati alla Commissione per le Adozioni Internazionali di Roma, organo di riferimento e controllo sull'operato di ogni singolo Ente.

Incontro informativo con gli aspiranti all’adozione: colloquio singolo e di gruppo

Negli orari di apertura al pubblico delle sedi NOVA e tramite posta elettronica le coppie interessate a partecipare agli incontri informativi sull’adozione internazionale e l’attività dell’associazione, possono lasciare i propri riferimenti. Questi vengono passati al responsabile Incontri Informativi della sede di riferimento, il quale invita la coppia per il primo incontro disponibile. Gli Incontri informativi si svolgono presso tutte le sedi NOVA sono collettivi, omogenei per tipologie di coppie (pre idoneità, post idoneità), su richiesta individuali, sono tenuti dai volontari Responsabile di Sede o Responsabile Incontri Informativi in orario serale.

In questo incontro vengono fornite alla coppia informazioni precise e puntuali circa le caratteristiche ed i principi del NOVA, l’attività di cooperazione, le procedure, le prospettive di adozione ed i relativi costi nei Paesi esteri, la legislazione vigente in materia.

Se il decreto di idoneità dovesse presentare limiti posti dalla primogenitura si valuteranno le concrete possibilità di adozione nei Paesi in cui NOVA opera.

Inoltre viene presentato il percorso di formazione e di accompagnamento pre e post adozione attivato dall'Associazione. Alle coppie viene fatta compilare una scheda anagrafica, l'informativa per la privacy e si consegna loro del materiale illustrativo dell'Associazione.


Preparazione della coppia

Con i corsi di Formazione il NOVA si prefigge l'obiettivo di formare la famiglia all'accoglienza di un figlio adottato all'estero lungo un percorso che permetta di passare dal “desiderio di un figlio all’accoglienza di un figlio” . I corsi si suddividono in:

a) Formazione alla prima adozione

Gli obiettivi di questo corso consistono nel fornire strumenti di comunicazione interpersonale, nell'aiutare la coppia a costruire situazioni di benessere all'interno della famiglia. Inoltre la coppia viene invitata ad esporre la propria esperienza personale e ad affrontare le proprie incertezze e paure, ma anche aspettative relative al bambino che verrà loro affidato.

Il corso è curato dalla psicologa o dalla psico-pedagogista che alla fine fornisce indicazioni circa il miglior abbinamento tra la famiglia e il bambino, da un medico per la parete sanitaria, oltre che dal Responsabile corso (volontario).

Il corso dura 4 giorni e si articola solitamente su due fine settimana.

Il gruppo è formato da un massimo di 7 coppie.

I temi che vengono trattati in tali incontri riguardano:

  • le motivazioni della scelta adottiva,
  • l'elaborazione della delusione di non avere realizzato il desiderio di un figlio naturale,
  • l’istituzionalizzazione, l’abbandono,
  • la rivelazione, il rispetto delle origini, i genitori biologici
  • le differenze etniche…,
  • il momento dell’incontro
  • L’inserimento scolastico
  • Aspetti antropologici e culturali

E inoltre temi che caratterizzano tutte le relazioni genitori-figli:

  • la comunicazione,
  • le fasi evolutive del bambino,
  • la gestione dei riconoscimenti
  • Al termine del corso inerente la parte psicologica, sono previsti gli interventi:

di un medico per la parte sanitaria (fasi di crescita dei bambini, eventuali problemi, profilassi, etc..), della testimonianza di una coppia adottiva, del Responsabile corso per la descrizione dei Paesi per cui NOVA è autorizzato ad operare, dei progetti di cooperazione .

b) Percorsi individuali

Il NOVA riceve molte segnalazioni di bimbi grandicelli e in funzione di questo offre l’opportunità alle coppie che danno disponibilità ad accogliere minori dagli 8 anni in su e/o coppie di fratelli, di effettuare immediatamente percorsi di formazione individuale qualora non ci fossero corsi NOVA imminenti. Questo permette di allestire rapidamente i documenti da inviare nei Paesi.

Le coppie che frequentano il percorso individuale dovranno comunque frequentare il primo corso di formazione pre-adozione proposto nella rispettiva sede (perlomeno nei momenti più significativi


che vanno ad integrare la preparazione individuale e inoltre permettono di godere degli aspetti positivi di vivere questa esperienza in gruppo).

c) Formazione alla seconda adozione

La coppia che adotta un secondo bambino viene gestita con modalità diverse, considerando il percorso formativo adottivo precedentemente frequentato. Il NOVA si propone di preparare la famiglia alle diverse necessità che una seconda adozione comporta, soprattutto per il figlio già adottato. I colloqui individuali sono tenuti dalla psicologa o psico-pedagogista.

Nel caso in cui la coppia alla seconda adozione abbia effettuata il percorso formativo precedente con altro Ente farà il corso di formazione con le coppie prime adozioni.

Individuazione del paese

A conclusione del corso sono previsti due incontri, il primo con la psicologa, il secondo con il Responsabile corso. Questi colloqui sono necessari per definire l’idoneità mirata della coppia valutandone le caratteristiche e le potenzialità e per individuare il Paese di abbinamento.

Il Paese di abbinamento viene definito da NOVA ascoltando i “desiderata” delle coppie incrociandoli con i requisiti richiesti da quel specifico Paese e dalla lista di attesa presente in quel momento.

Esclusivamente al termine di questa fase viene accettato il mandato della coppia. La coppia firma il conferimento di incarico dove sono precisati i rispettivi impegni, costi delle procedure in Italia e all’estero, modalità di eventuale revoca del mandato, rimborsi eventuali previsti.

Conferimento dell’incarico

Le linee fondamentali previste nel conferimento di incarico sono:

L’incarico conferito all’Ente ha per oggetto una obbligazione di mezzi e non di risultato. L’Ente pertanto si impegna a porre in essere quanto di sua spettanza per il perfezionamento della procedura, ma non può rispondere per il comportamento di soggetti terzi (Autorità Straniera, Consolati, uffici preposti al rilascio dei documenti del minore, etc.) sui quali non ha poteri di controllo; pertanto, l’Ente assiste gli aspiranti genitori adottivi nell’iter dell’adozione, ma non garantisce in alcun caso l’esito dell’adozione stessa.

L’Ente raccoglie dalla coppia tutte le necessarie e opportune documentazioni ed istanze come previsto dalle procedure di adozione nei singoli Paesi e le trasmette alle Autorità straniere garantendone la correttezza formale.

È compito dell’Autorità Straniera proporre un abbinamento avendo facoltà di richiedere ulteriori approfondimenti, documenti, aggiornamenti o quant’altro riterrà opportuno per il miglior incontro con il minore e, se del caso, respingere la pratica qualora non ritenesse la coppia idonea all’adozione di un minore nel suo Paese.

L’insorgenza di elementi nuovi, la modifica della situazione familiare o la conoscenza di elementi già esistenti, ma non emersi nel corso della valutazione per l’ottenimento dell’idoneità, tali da configurare gravi motivi ostativi alla possibilità di adottare, saranno, così come previsto dalla normativa attuale, comunicati dall’Ente al Tribunale per i Minorenni competente, ai Servizi Sociali ed alla Commissione per le Adozioni Internazionali (C.A.I.)

La coppia aspirante l’adozione si impegna a:

  • Rispettare le leggi vigenti in Italia e nel Paese di provenienza del minore, nonché le direttive indicate dall’Ente, sollevando lo stesso da ogni responsabilità relativa ai tempi di attesa per la segnalazione della proposta di incontro e per il completamento dell’adozione, astenendosi dal tenere comportamenti volti ad accelerare la conclusione della pratica adottiva o ad influire sul suo regolare andamento;
  • Accettare che l’Ente organizzi la gestione operativa degli incarichi conferiti dalle coppie aspiranti all’adozione internazionale, seguendo un ordine cronologico, che terrà conto, per l’istruzione delle pratiche, della dichiarata disponibilità delle coppie, disponibilità riferita essenzialmente ad età, condizioni mediche e psicologiche del minore e delle eventuali segnalazioni di minori che perverranno dalle Autorità Straniere;
  • Non discriminare i minori in base alla nazionalità, al sesso, età, religione o colore della pelle;
  • Accettare il minore proposto, coscienti che le segnalazioni vengono effettuate dalle competenti Autorità Straniere o in accordo con le stesse e che, pertanto, un eventuale rifiuto non motivato o arbitrariamente motivato può comportare la mancata prosecuzione della pratica di adozione e la conseguente segnalazione alla C.A.I., al Tribunale per i Minorenni ed ai Servizi Sociali; con conseguente improcedibilità del processo adottivo; l’eventuale rifiuto di abbinamento dovrà essere motivato per iscritto e potrà rimettere in discussione il rapporto con l’ Ente;
  • La coppia si dichiara consapevole che il minore accettato può manifestare in ogni momento, anche successivamente all’abbinamento o all’ingresso in Italia, difficoltà o insorgenza di problematiche sanitarie, anche di natura psico-fisica o psichica non precedentemente diagnosticate, senza che alcuna responsabilità possa essere imputata all’Ente;
  • La famiglia si impegna a revocare la disponibilità all’adozione nazionale nel momento in qui verrà espressamente richiesto dal NOVA in relazione all’iter adottivo previsto dal Paese di abbinamento individuato;
  • Partecipare agli incontri post-adozione, così da consentire la stesura dei rapporti sull’inserimento familiare e sociale del minore adottato qualora la relazione non fosse redatta dai Servizi, per tutto il periodo tassativamente stabilito dal Paese d’origine, rispettandone le scadenze; durante l’iter pre e post adottivo l’Ente può chiedere ulteriori incontri ritenuti necessari dai tecnici/professionisti dell’Ente finalizzati al sostegno della coppia o al nucleo famigliare.

La coppia può revocare l’incarico al NOVA, dandone comunicazione scritta all’Ente, ai Servizi territoriali e al Tribunale per i Minorenni. L’eventuale nuovo mandato, comunque, non può ritenersi validamente conferito ad un nuovo Ente se non è stata preventivamente notificata la revoca al NOVA.

Il NOVA può dismettere l’incarico qualora la mancata osservanza degli impegni sia di tale gravità da comportare il venire meno del rapporto fiduciario tra la coppia e l’Ente e/o possa inficiare il corretto proseguimento della pratica adottiva. Di ciò verranno tempestivamente informati la CAI., il Tribunale per i Minorenni ed i Servizi territoriali.

Nel caso in cui nel periodo dell'attesa intervenga gravidanza o adozione nazionale il NOVA richiederà revoca del mandato, anche nel caso in cui il decreto di idoneità sia stato emesso da Tribunali dei Minori che non prevedono tale revoca. Nel caso di gravidanza la revoca verrà formalizzata dopo la nascita del figlio, nel caso di adozione nazionale o di affido a rischio giuridico, nel momento in cui il minore verrà affidato ai coniugi.

Acquisizione della documentazione per la formazione del dossier della coppia

La linea del NOVA è quella di utilizzare sempre le relazioni emesse dai Servizi Sociali.

In alcuni Paesi però le griglie ed i parametri di valutazione sui coniugi sono molto rigidi ed articolati presentando quindi la necessità di approfondimenti e/o ampliamenti delle relazioni stesse.

Nel caso in cui il Servizio pubblico non possa rilasciare ulteriori aggiornamenti sarà il NOVA ad aggiornare le relazioni tramite l’intervento della psicologa, psico-pedagogista, assistente sociale.


Formazione del dossier della coppia per l’invio al paese estero

La coppia viene supportata nell'allestimento del dossier adottivo da inoltrare all'ente straniero preposto. NOVA fornisce l’elenco dettagliato dei documenti da produrre e la consulenza necessaria affinché i coniugi possano preparare tutta la documentazione richiesta dal Paese straniero.

NOVA indica nel dossier l'idoneità mirata della coppia (fascia di età del/dei minore/i, disponibilità a fratelli, disponibilità a problemi sanitari, ecc).

Deposito del fascicolo all’estero: modalità e tempi

Quando la coppia consegna al Responsabile Paese il dossier personale, viene verificata la completezza dello stesso e la conformità di tutti i documenti a quanto richiesto in modo tale da evitare ulteriori invii e correzioni.

Il dossier verrà inviato al Rappresentate NOVA in loco che effettuerà il deposito alle competenti Autorità straniere entro e non oltre 20 gg lavorativi o secondo altre modalità previste dal Paese.

determinazione del momento in cui occorre procedere revocare la contemporanea disponibilità all’adozione nazionale

La coppia si impegna a revocare la disponibilità all'adozione nazionale nel momento in qui verrà espressamente richiesto da NOVA in relazione all'iter adottivo previsto dal Paese di abbinamento individuato. Il momento della revoca all’adozione nazionale a seconda dei Paesi può essere al momento dell’abilitazione della coppia, al momento dell’inserimento nella lista di attesa regionale,al momento dell’abbinamento con il minore.

Iniziative per la gestione dei tempi dell’attesa

Ogni coppia ha come riferimento un Responsabile coppia (volontario) della sede territoriale di riferimento.

Questa figura si rapporta alla coppia regolarmente per supportarla, per dare notizie circa la situazione del canale, per ricevere informazioni dalla coppia stessa in relazione alla sua dinamica.

Sono previsti colloqui mirati con la psicologa nel caso intervengano cambiamenti o problematiche varie.

Ogni sede territoriale organizza periodicamente degli incontri collettivi per approfondire con l’intervento della psicologa del corso di Formazione alcuni aspetti sia relativi alla gestione dell’attesa sia relativi alle caratteristiche dei bambini, ovvero incontri con il Responsabile corso (volontario) sulle caratteristiche dei Paesi, sull’andamento delle adozioni, a volte con la partecipazione di una coppia adottiva.

Proposta di adozione e preparazione all’incontro con il bambino

La proposta di adozione viene formulata dal responsabile coppia nei dati essenziali (età, sesso, collocazione) e in un incontro approfondito tra la coppia ed il tecnico adozione (psicologa, psico-pedagogista, assistente sociale): presentazione del minore, caratteristiche, eventuali problematiche, consegna della documentazione, informativa sul consenso all’adozione, prime informazioni utili al proseguimento della pratica

Particolare attenzione viene riservata ai casi di abbinamento quali quelli che coinvolgono bambini grandi, con problemi di salute, oppure gruppi di fratelli.

Obiettivo è dare gli strumenti alla coppia affinché possa essere accogliente e preparata all'incontro ed alle situazioni che dovrà affrontare con il bambino.


La preparazione all’incontro con il bambino ha l’obiettivo di sensibilizzare i coniugi alle problematiche relative all’inserimento del minore abbinato nel processo di costruzione del legame affettivo, di appartenenza, di riconoscimento genitoriale, di fiducia verso i genitori adottivi. In base alla documentazione del minore si ipotizzano anche situazioni relazionali particolari (rifiuto) e/o prevedibili.

Preparazione alla partenza

NOVA sostiene tecnicamente la coppia nell'organizzazione della partenza e relativa permanenza nel paese straniero, appoggiandosi al proprio referente logistico. L’intervento prevede:

organizzazione della partenza /permanenza , in base alle necessità del procedimento adottivo e del paese estero attraverso un incontro con il Responsabile paese adottivo che rinnoverà le informazioni sull’iter da effettuare nel paese e sulla logistica. In questa fase, imminente alla partenza , la coppia è in stretto contatto con il Responsabile paese.

La coppia inoltre viene sempre messa in contatto con una coppia ritornata recentemente dall'adozione (dallo stesso paese adottivo ) per avere una testimonianza diretta e gli ultimi aggiornamenti pratici.

Rappresentante NOVA in loco predispone inizio del procedimento adottivo con Tribunale locale , Autorità Centrale, Istituzione che ospita il minore ed altri Enti preposti.

Il Rappresentante inoltre predispone l'organizzazione logistica relativa alla permanenza della coppia in loco (vitto, alloggio, spostamenti interni, traduzioni, ...)

Assistenza all’estero e incontro con il bambino

NOVA attraverso i propri Referenti, è in grado di offrire il seguente sostegno alle coppie adottive:

  • rappresentare legalmente la coppia davanti alle Autorità, espletando le pratiche burocratiche e legislative e presentando il fascicolo per l’Istanza di A.I.
  • verificare periodicamente l’andamento dell’Istanza, presentando informative periodiche sullo stato di avanzamento
  • individuare la migliore collocazione abitativa possibile in relazione alle successive attività che saranno disposte dalle Autorità
  • organizzare gli eventuali trasferimenti interni
  • coordinare ed accompagnare la coppia all’incontro con il/i minore/i
  • sostenere la coppia nell’avvicinamento e periodo di convivenza con il/i minore/i
  • gestire un’assistenza appropriata per fronteggiare eventuali momenti di crisi, ivi compresa la possibilità di effettuare esami, visite e trattamenti medici
  • accompagnare la coppia alle Udienze alle quali sarà convocata dalle Autorità
  • produrre la documentazione necessaria da inoltrare alla C.A.I. per il rilascio dell’Autorizzazione all’Ingresso del/i minore/i
  • accompagnare la coppia presso la Rappresentanza italiana svolgimento delle pratiche conclusive per il rientro in Italia.
  • Inoltre il Responsabile paese in Italia è in costante contatto con il Rappresentante all'estero e con la coppia adottiva per un appoggio ed un controllo del procedimento
  • In alcuni paesi la coppia viene seguita nell'inserimento del bambino da un'assistente sociale, che relaziona per iscritto al Tribunale circa l'inserimento del minore in famiglia.

Rientro in Italia

La famiglia è accompagnata dal NOVA nel disbrigo della pratica adottiva in Italia con tutti gli enti preposti (richiesta del Decreto di Trascrizione della Sentenza straniera, del Codice Fiscale, della Tessera Sanitaria e dell’Iscrizione all’Anagrafe).

L'Associazione si occupa inoltre di documentare l'adozione e di fornire i servizi previsti dalla legislazione italiana in materia di adozione.

Viene organizzato un incontro con la psicologa NOVA che aveva seguito la coppia durante il corso di formazione (gratuito).

Assistenza e report post-adozione

NOVA ha da sempre considerato i report post adottivi come un elemento inscindibile dell’adozione internazionale, segno di grande rispetto da parte dei genitori adottivi nei confronti del Paese adottivo nonché atto dovuto nei confronti delle Istituzioni che si sono occupate del processo adottivo e soprattutto la modalità e l’impegno che permette all’Ente di seguire la famiglia sostenendola dopo l’inserimento del minore.

a) Adempimenti con il Paese di origine del minore

La famiglia è tenuta a produrre periodicamente i report post-adottivi secondo le modalità previste dalla normativa del Paese di adozione del proprio/i figlio/i.

NOVA si occupa di inoltrare periodicamente all'Ente straniero tale documentazione circa l'inserimento del minore nel nucleo adottivo.

Nel caso in cui la relazione psico-sociale sull'inserimento del minore non venga rilasciata dai Servizi Sociali di pertinenza territoriale, NOVA provvede alla produzione della stessa .

La redazione dell'Indagine psicologica verte nei seguenti ambiti :

  • Analisi del minore (stato emotivo ed intellettivo)
  • Analisi della produzione scolastica
  • Rapporti con le figure significative di riferimento
  • Rapporti con i pari/eventuali fratelli
  • Elaborazione del vissuto pregresso del minore
  • Elaborazione della relazione educativa

b) Sostegno alla famiglia

Oltre al colloquio individuale tra psicologa e famiglia al ritorno dal viaggio adottivo, NOVA continua poi a sostenere le famiglie affinché il minore si inserisca nel proprio nucleo e nell'ambiente circostante. L'intervento è mirato a sostenere i coniugi nell'affrontare sia le difficoltà del bambino, sia le proprie, per legittimarsi come genitori e meglio rapportarsi con il minore. L’assistenza post-adottiva prevede in tutto fino a un massimo di sei (6) incontri per un periodo di tre (3) anni successivi all’ingresso del minore in Italia.

Ogni sede regionale organizza infatti regolarmente incontri post-adottivi di gruppo con le famiglie: lo scopo è di accompagnare il nucleo famigliare nel primo periodo della sua costituzione e di favorire il confronto e lo scambio di esperienze tra genitori adottivi nelle diverse fasi dell’inserimento del bambino all’interno della famiglia.

Su richiesta dei genitori, NOVA attiva programmi di sostegno per la famiglia nella sua attività educativa, collaborando con asili, scuole, educatori, insegnanti.


Accordi di collaborazione finalizzati alla realizzazione di adozioni internazionali

Nova partecipa a protocolli regionali di informazione e formazione in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana.


Descrizione dei costi

Costi del percorso adottivo previsti in Italia e nei paesi esteri.

Costi NOVA per accompagnamento adottivo

(scheda costi in vigore dal 01/01/2014 al 31/12/2014)

Scheda Costi Italia

Assistenza Formativa € 500,00

(Corso di Formazione, Percorso individuale

Formazione seconda adozione, incontro con la psicologa al rientro)

Assistenza e Accompagnamento Adottivo in Italia € 6.450,00

Così suddivisi:

1) al momento del conferimento di incarico al NOVA € 4.000,00

1) al momento del consenso all’adozione € 1.400,00

1) al momento del versamento del costo iter adottivo all’estero € 1.050,00

 Le cifre indicate sono comprensive:

  • degli oneri di spedizione documenti all’estero,
  • delle spese di legalizzazione della firma della Presidente
  • delle spese di traduzione dei documenti del bambino prima della sentenza di adozione
  • dell’assistenza NOVA nel post adozione che comprende:

• Relazioni post adozione obbligatorie per il paese straniero: il Nova redige la relazione, si occupa della traduzione e della spedizione. Si tratta solo delle relazioni per le quali NOVA fa da garante con il paese estero.

• Assistenza post adozione1: sono previsti incontri con il professionista del NOVA fino ad un massimo di sei (6) ore per un periodo di tre (3) anni successivi all’ingresso del minore, per l’accompagnamento e il supporto delle famiglie dopo l’inserimento del bambino nel nuovo nucleo familiare e nel delicato momento della costruzione dei legami.

 Le cifre indicate non sono comprensive:

  • degli oneri relativi alla produzione o aggiornamenti di relazioni psico-sociali.

1) Per l’assistenza post adozione è richiesto che almeno un genitore sia socio Nova. Nel caso in cui nessun genitore sia associato verrà richiesto ad ogni incontro la somma ulteriore di € 20.00

 

Scheda Costi Estero

(costi estero validi per procedimenti adottivi che si concludono entro il 31/12/2014)2

Per aderire a quei criteri di trasparenza e correttezza ai quali il NOVA si ispira e per adeguarsi alle indicazioni date dalla Commissione per le Adozioni Internazionali, la coppia effettua il pagamento per i costi dell’iter procedurale all’estero direttamente all’associazione prima della partenza.

Le cifre indicate nella seguente tabella saranno applicate a tutti i processi adottivi che si concludono entro il 2014. L’eventuale aggiornamento dei costi per gli anni successivi verrà deliberato dal Consiglio Direttivo di fine anno e ne verrà data immediata comunicazione alle coppie ancora in attesa di concludere la procedura.

 

2) I costi indicati potrebbero variare anche prima del 31/12/2014 esclusivamente per modifiche legislative/procedurali nel paese estero o per rilevanti variazioni del cambio Euro/dollaro.

PAESE COSTO ESTERO (€) Costi aggiuntivi/opzionali e note
BENIN 6.000,00  
BRASILE BELO HORIZONTE 6.600,00 Spese viaggio avvocato per consolato a Rio de Janeiro da pagare in loco (solo per le coppie che adottano ad Espirito Santo).
BRASILE RIO DE JANEIRO 6.500,00  
BURKINA FASO 6.000,00  
BURUNDI 6.500,00 Valore di riferimento
COLOMBIA 6.500,00 Emissione certificato minore sede disagiata da saldare prima della partenza, spese di viaggio avvocato per Regionale di destinazione da pagare in loco.
ETIOPIA 6.600,00  
HAITI 12.000,00 Valore di riferimento
MADAGASCAR Sospeso  
MALI 6.500,00  
MESSICO 5.000,00 Valore di riferimento
PERÙ 6.650,00 Emissione certificato minore sede disagiata da saldare prima della partenza, emissione passaporto minore da pagare in loco.
R. D. del CONGO 8.000,00  

 

Per tutti i paesi sono previsti oneri aggiuntivi nel caso di adozione di fratelli ed integrazione documentazione coppia nei casi in cui sia richiesta.

I suddetti costi comprendono l’onorario dei referenti, le traduzioni dei documenti del minore, la loro legalizzazione, l’emissione del passaporto, ecc.

Sono invece esclusi i costi inerenti al volo, a trasferimenti e trasporti nello stato estero, alle spese relative al soggiorno.

ULTERIORI SPESE (sostenute direttamente dalla coppia)

I costi indicativi di preparazione della documentazione adottiva, traduzione dossier adottivo della coppia, legalizzazioni, visti consolari, visti e vaccinazioni, sostenute direttamente dalla coppia, suddivisi per i singoli paesi sono stimati nella seguente tabella:

PAESE COSTO INDICATIVO (€)
BENIN 1.110,00
BRASILE* 1.500,00
BURKINA FASO 1.000,00
BURUNDI 1.600,00
COLOMBIA* 1.320,00
ETIOPIA 1.065,00
HAITI 2.100,00
MADAGASCAR Sospeso
MALI 1.000,00
MESSICO 980,00 (indicativo)
PERÙ* 1.500,00
R.D. CONGO 1.360,00

 

* i costi comprendono il rifacimento o aggiornamento della relazione psico-sociale.


Restituzioni in caso di revoca mandato o ritiro dal procedimento in corso

Qualora il conferimento d’incarico dovesse essere revocato e la coppia ne facesse richiesta per iscritto, il NOVA restituirà alla coppia:

- il 50% della somma versata per il conferimento incarico, se la revoca avverrà entro i primi tre mesi dal conferimento incarico;

- restituirà il 20% nel caso la revoca pervenga entro l’anno dal conferimento incarico;

- oltre l’anno il NOVA non restituirà alcuna somma.

Nel caso in cui la coppia si ritiri dal procedimento adottivo, rispetto alle somme già pagate per i costi relativi all’iter adottivo all’estero, si evidenziano i seguenti casi :

- se interviene prima dell’invio del dossier all’estero, comporta la restituzione integrale dell’anticipo eventualmente versato, su espressa richiesta della coppia; - se il ritiro è successivo all’invio dei documenti nel paese straniero, NOVA non provvederà ad alcuna restituzione dell’anticipo versato;

- se il ritiro dal procedimento adottivo dei coniugi avviene nel paese estero, l’onorario del rappresentante e le spese anticipate non verranno restituite.

Nel caso in cui una coppia abbia dato mandato al NOVA e subentri una situazione di gravidanza o adozione nazionale e se in seguito alla revoca otterrà un nuovo decreto e procederà con un nuovo conferimento incarico al NOVA, i pagamenti richiesti dall’associazione saranno:

- il nuovo percorso di formazione pari a € 500,00

- la 2° quota di € 1.200,00

Mentre per quanto riguarda la prima quota di accompagnamento di € 2.800,00:

- se la famiglia ha informato il NOVA della gravidanza o dell’adozione nazionale entro i primi 6 mesi, verrà pagato il 30% di € 2.800,00

- se dopo un anno, il 50 %

- se dopo 18 mesi, il 70 %

- oltre i 18 mesi, verrà ripagata la quota totale.

Modalità di certificazione delle spese adottive ai fini della deducibilità e del rimborso del 50%

È possibile usufruire della deduzione a prescindere dalla effettiva conclusione della procedura di adozione e indipendentemente dall'esito della stessa. Agli effetti fiscali deve ritenersi che la procedura di adozione inizi con il conferimento ad un ente autorizzato del mandato all'adozione. Le relazioni e gli incontri post-adottivi non costituiscono parte della procedura di adozione che si conclude con la dichiarazione di efficacia in Italia, da parte del competente Tribunale per i minorenni, del provvedimento di adozione emesso dall'Autorità straniera, oppure con la pronuncia di adozione da parte del Tribunale per i minorenni.

La certificazione rilasciata dal NOVA è annuale e riguarda le spese sostenute nell’anno fiscale interessato, e può essere richiesta indipendentemente dall’esito del procedimento adottivo.

L’attestazione rilasciata dal NOVA sarà unica ed intestata ad entrambi i coniugi.

Le famiglie interessate a ricevere l’attestazione fiscale devono inviare al NOVA una richiesta scritta, firmata in originale da entrambi, alla quale allegano necessariamente: 

  • Elenco dettagliato delle spese richieste, voce per voce, con motivazione adeguata
  • Codici Fiscali di entrambi i coniugi
  • Fotocopie delle ricevute di ogni singola spesa sostenuta
  • Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio compilata in ogni sua parte e firmata

La spesa deve essere unicamente riferita alla procedura adottiva, verranno dichiarate solo le spese comprovanti la causale “adozione internazionale” e certificate da regolare ricevuta allegata in fotocopia alla richiesta insieme all’autocertificazione.

 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (carta_dei_servizi_2014.pdf)Carta dei servizi 206 kB

Nessuna paura

che mi calpestino.
 
Calpestata, l'erba
diventa un sentiero.
 
(B. Dimitrova, Erba - Dalla raccolta: Gong. Poesia scelta)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca